Quando l’ignoranza porta alla disinformazione

In uno dei blog ospitati sul fatto quotidiano è apparsa questa curiosa notizia:

L’hacker, i server ucraini e il video degli Europei truccati

Ora mi fa un po’ senso leggere tale disinformazione sul Fatto, specie quando l’equivoco nasce dalla non conoscenza tecnica di chi scrive l’articolo. E’ palese che il presunto hacker è in realtà un buontempone: indirizzo non esistente mappato su /etc/hosts, una bellissima cartella chiamata Scrivania, ecc…

Per quanto riguarda il problema temporale della pubblicazione del video: essendo il video tagliato, il buontempone ne ha creati prima di diversi con i diversi risultati possibili e ha reso pubblico quello relativo al reale risultato solo dopo la fine della partita.

L’unica nota amara di questo post: in un giornale serio come IlFattoQuotidiano sarebbe bello vedere un passo indietro anche se a scrivere sono gli autori dei blog ospitati. In fondo basta solo una rettifica, non si chiede la crocifissione in sala mensa in puro stile Fantozzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.