Systemd: disclaimer

Le guerre di religione, soprattutto nel software libero dove periodicamente sorgono per i motivi più disparati da quando è nato, non mi sono mai interessate. A parità di licenza (libera), per me l’unico metro di giudizio di un software si costruisce valutandone le funzionalità, l’efficienza, i difetti, i pregi e le prestazioni. Le innovazioni tecnologiche che hanno portato a cambiamenti anche drastici nel software sono sempre esistite.

Gli stessi articoli che leggerete qui non hanno lo scopo di fare alcun endorsement, ma di illustrare alcune caratteristiche tecniche che dal punto di vista di uno sviluppatore e sistemista possono essere molto gradite, a prescindere da cosa e chi le fornisce. Infatti quando sarà possibile vedrete alcune alternative.

Qui non vedrete mai considerazioni “politico/filosofiche” a riguardo, fatta eccezione di quanto accadrà qui, dato che la vicenda e i futuri risvolti saranno molto più importanti di qualsiasi cambio di init.

Non risponderò ne pubblicherò alcun commento non relativo a questioni tecniche, quest’ultime molto gradite, perché credo che vi siano altri luoghi più consoni per dibattere una flame war.